Corioretinopatia sierosa centrale: nuovi concetti sulla patogenesi

Corioretinopatia sierosa centrale: nuovi concetti sulla patogenesi

Due studi promossi dalla Fondazione Macula, volti ad una maggiore conoscenza della patogenesi della corioretinopatia sierosa centrale (CSC) sono stati appena pubblicati sulla rivista scientifica internazionale Investigative Ophthalmology and Visual Science (IOVS). Fanno parte di un ampio studio multicentrico condotto dal Prof. Felice Cardillo Piccolino con la collaborazione di Marco Lupidi, Carlo Cagini, Daniela Fruttini, Massimo Nicolò, Chiara Eandi e Silvia Tito (Fondazione Macula, Unversità di Genova, Università di Perugia, Università di Torino), che propone un modello patologico di CSC basato su fattori emodinamici.

Mediante angiografia …

Read More »

Borsa “Michele Ferrero” al Dott. Marco Lupidi

Borsa “Michele Ferrero” al Dott. Marco Lupidi

La borsa di studio che la Fondazione per la Macula Onlus ha intitolato a Michele Ferrero è stata conferita al Dott. Marco Lupidi. La borsa è finalizzata a studi sulla degenerazione maculare legata all’età, sulla corioretinopatia sierosa centrale e su altre maculopatie utilizzando l’ angiografia OCT, nuova metodica di imaging maculare di cui si è dotata recentemente la Fondazione. La borsa prevede periodi di fellowship del Dott Lupidi presso la sede operativa della Fondazione per la Macula e presso la Clinica Oculistica dell’Università di Genova.

CURRICULUM …

Read More »

Simposio Macula. Borsa intitolata a Michele Ferrero

Simposio Macula. Borsa intitolata a Michele Ferrero

Mercoledì 25 novembre 2015 si tiene a Roma il 13°Simposio della Fondazione per la Macula Onlus nell’ambito del Congresso Nazionale della Società Oftalmologica Italiana. In tale occasione viene annunciato il bando di una borsa di studio intitolata a Michele Ferrero. La borsa (12.000 Euro) sarà devoluta a un giovane ricercatore italiano per uno studio riguardante imaging e terapia della degenerazione maculare legata all’età. Criteri rilevanti per l’assegnazione della borsa saranno: curriculum scientifico e originalità e attualità dello studio proposto.

Ulteriori informazioni possono essere richieste a info@fondazionemacula.it

Corioretinopatia sierosa centrale. Diagnostica non invasiva

Corioretinopatia sierosa centrale. Diagnostica non invasiva

 

Oggi abbiamo a disposizione diverse modalità di imaging non invasivo del fondo oculare di grande utilità nella valutazione clinica della corioretinopatia sierosa centrale. Sono l’OCT, in varie modalità di applicazione, e l’autofluorescenza. Si tratta di esami semplici e di facile esecuzione che si aggiungono a quelli tradizionali angiografici che richiedono l’iniezione in vena di un colorante (fluorangiografia, angiografia con verde di indocianina). Scopo di tutte queste indagini è confermare la diagnosi, informare sullo stadio evolutivo della malattia e indicare l’area critica di essudazione sottoretinica su …

Read More »

Nota sul congresso EURETINA 2015

Nota sul congresso EURETINA 2015

Dal 17 al 20 settembre si è tenuto a Nizza il il 15° Euretina Congress a cui hanno partecipato specialisti europei di retina medica e chirurgica, offrendo un aggiornamento sullo stato della ricerca e della clinica in queste subspecialità dell’oftalmologia.

Uno degli argomenti di attualità: l’Angio-OCT

E’ una nuova applicazione della tecnologia OCT che consente di eseguire un esame angiografico retinocoroideale senza la necessità di iniezione in vena di coloranti. Si basa sul rilievo del movimento del flusso ematico che viene convertito in segnale di intensità nella …

Read More »

La terapia genica si avvicina

La terapia genica si avvicina

I geni codificano proteine che sono alla base di una ampia gamma di funzioni nel nostro organismo. Molte malattie hanno un fondamento genetico in cui un gene mutato è stato trasmesso di generazione in generazione. I geni mutati non sono in grado di produrre alcune proteine essenziali oppure codificano proteine anomale. Questo può causare una malattia.

La terapia genica introduce una copia pienamente funzionante del gene difettoso nelle cellule del paziente. Correggendo il difetto genetico che è causa della malattia la terapia genica può offrire benefici …

Read More »

Retina artificiale / Protesi visive

Retina artificiale / Protesi visive

Una sessione dell’ultimo congresso GIVRE (Gruppo Italiano di Chirurgia Vitreoretinica) che si è tenuto di recente a Venezia è stata dedicata alla retina artificiale, con la trasmissione in diretta di un intervento di impianto della protesi Argus II in una paziente affetta da retinite pigmentosa. L’intervento era il ventesimo di questo tipo effettuato in Italia dal Dott. Stanislao Rizzo.

E’ dagli anni ’80 che si stanno studiando dispositivi che possano dare percezioni visive a chi è affetto da cecità completa o parziale. I candidati all’impianto di …

Read More »

Cellule Staminali: a che punto siamo

Cellule Staminali: a che punto siamo

La terapia con le cellule staminali è da tempo in corso di studio per diverse malattie della retina. A poter trarre vantaggi da questa terapia sono soprattutto le malattie con primitivo interessamento dell’epitelio pigmentato retinico (EPR), in particolare la degenerazione maculare legata all’età, la malattia di Stargardt e alcune forme di retinite pigmentosa.

 L’EPR, che separa la retina dalla coroide sottostante, è un monostrato cellulare con funzioni metaboliche importanti e essenziali per la vita dei fotorecettori retinici. Nella degenerazione maculare di tipo secco questo strato cellulare …

Read More »

Il secondo occhio con degenerazione maculare

Il secondo occhio con degenerazione maculare

Quando un paziente ha una degenerazione maculare neovascolare in un occhio il rischio che anche nell’altro occhio si sviluppi una forma neovascolare è elevato e aumenta con il passare del tempo. In genere nel secondo occhio la sintomatologia viene percepita nella sua importanza più precocemente e si arriva quindi più precocemente al trattamento.

Degenerazione maculare con drusen diffuse e piccola emorragia (segno di neovascolarizzazione).

Uno studio di J. Zarranz-Ventura et al. su 12951 pazienti di 14 centri in Inghilterra ha fatto rilevare che la prima iniezione …

Read More »

Edema maculare da occlusione venosa retinica: cosa fare

Edema maculare da occlusione venosa retinica: cosa fare

In caso di occlusione di una vena retinica, della vena centrale o di una branca, l’oculista sa che il primo consiglio da dare al paziente è di concordare con il medico di base una valutazione sitemica, cardiovascolare e ematologica, per la possibile associazione con ipertensione, diabete e alterazioni della coagulazione. Contemporaneamente, la presenza di un edema maculare deve spingere ad un pronto trattamento.

Solo fino a qualche anno fa l’atteggiamento dell’oculista di fronte a questi casi era di “aspettare e vedere” se l’edema regredisse spontaneamente, intervenendo …

Read More »